Associazione Caterina logo

profumeria artistica made in italy | produzione profumi di nicchia uomo donna | profumi artistici Tiziana e Paolo Terenzi Associazione Caterina

Tiziana e Paolo Terenzi

Cereria Terenzi nasce quarant’anni fa a Cattolica, in una stanza di 16 metri quadrati, grazie alla passione del suo fondatore, Evelino Terenzi, che prosegue, innovandola, una tradizione di famiglia: come suo padre Guglielmo, partecipò alla fondazione di una cereria che produceva lumini e ceri per le chiese. All’inizio Evelino lavorava con il padre e con la madre, Luigia, ma poi trovò la sua strada: quella della fabbricazione di candele per compleanni. Arrivano i primi successi grazie all’invenzione di un tipo di cera speciale che, per la prima volta, rende questo tipo di candele molto più resistenti agli urti, ma soprattutto grazie all’intuizione di realizzare candele che possano stare a contatto con gli alimenti, senza alcun danno per la salute. Da qui, l’idea di utilizzare solamente paraffina per uso alimentare, aumentando di gran lunga la qualità e il livello di sicurezza della candela. Un gesto innovativo, in tempi in cui l’attenzione per l’ambiente e per la salute dei consumatori era molto più bassa di adesso. Da questo primo passo, l’azienda è cresciuta fino a diventare la prima cereria italiana e una delle principali in Europa, offrendo lavoro a decine di persone. Alle candele di compleanno si sono affiancati tanti altri prodotti: candele mangiafumo, antizanzare, candele per l’aromaterapia, candele d’arredamento, ma anche lampade a olio, candelabri, candele per massaggi. Adesso al timone dell’azienda, che ha sede a San Giovanni in Marignano, a pochi chilometri da Cattolica, ci sono i figli di Evelino, Paolo e Tiziana, che portano avanti lo spirito originario del fondatore, improntato a un profondo rispetto per un artigianato antico e nobile le cui origini affondano nella notte dei tempi.

Paolo e Tiziana hanno deciso di continuare sulla strada del rispetto per l’ambiente e per la salute di consumatori e lavoratori. Perché, come dice Tiziana Terenzi, responsabile del settore creatività e design all’interno della Cereria: «la candela è bellezza, e non si può creare bellezza se non si crea anche benessere. Perché ciò che è bello deve essere anche buono». Per questo, col passare degli anni, la Cereria ha ricevuto molti premi, tra i quali ricordiamo il riconoscimento del marchio “Crescita Responsabile”, concesso alle aziende che si distinguono per etica, sensibilità al sociale e difesa dell’ambiente, e l’ingresso nella Banca delle Eccellenze italiane per la salvaguardia del made in Italy. Riconoscimenti e premi sono senz’altro conferme importanti, ma per i fratelli Terenzi, come è evidente a chiunque li senta raccontare la loro storia, la soddisfazione maggiore arriva dalla certezza di percorrere una strada giusta e di correttezza cominciata tanti anni prima dal padre, il fondatore Evelino, e dai nonni: pionieri di un artigianato antico e nobile, aggiornato attraverso l’uso delle tecnologie più innovative e arricchito da una fortissima spinta etica e dal rispetto per l’ambiente, la dignità del lavoro e la tutela costante del territorio. Nella terra dei motori e della meccanica, l’ingegno tecnico si presta quindi alla creatività come espressione intensa del design funzionale arricchito dalla passione instancabile per la ricerca e l’innovazione.